Mancanza di istruzione

Straniero: Credere di sapere qualcosa senza in effetti saperlo: è possibile che proprio di lì vengano tutti quanti gli errori che commettiamo nei nostri ragionamenti.
Teeteto: È vero.
Straniero: E credo pure che soltanto a questa specie di ignoranza vada attribuito il nome di “mancanza di istruzione”.
Teeteto: Senz’altro.
Straniero: E che dire adesso della parte della tecnica d’insegnamento che ci libera appunto dalla ⋯

Il sogno di Wittgenstein

Immaginati un uomo che fin dalla nascita sia sempre vissuto in uno spazio in cui la luce entra soltanto filtrata da vetri rossi. Forse costui non sarà in grado di pensare che esista una luce diversa dalla sua (quella rossa). Considererà il rosso una qualità essenziale della luce. Anzi, in un certo senso neppure si accorgerà del colore rosso della luce che lo circonda». Comincia con questa variazione del ⋯

Note su Bertrand Russell

Discendente di un’antica famiglia della nobiltà britannica, divenne nel 1931, alla morte del fratello Frank, il terzo lord Russell. Studiò al Trinity College di Cambridge, dove, fin dalla fine del sec. 19º, iniziò con G. E. Moore la battaglia contro il neoidealismo di F. H. Bradley ed E. McTaggart allora dominante nella cultura inglese. Nella sua biografia, accanto a periodi di studio e d’insegnamento, troviamo parentesi di viaggi nei ⋯

Vita e opere di Max Weber

Laureatosi a Berlino alla scuola di L. Goldschmidt passò poi, sotto l’influenza di Th. Mommsen, alla storia agraria romana. Chiamato nel 1894 alla cattedra di economia politica di Friburgo in Br., poi nel 1897 alla stessa cattedra di Heidelberg, si trovò a dover prendere posizione tra scuola storica di Berlino (che faceva capo a G. Schmoller) e scuola teoretica di Vienna (di cui era principale esponente C. Menger). Nel ⋯

Vita e formazione di Henri-Louis Bergson

Uscito dall’École Normale nel 1881, con una formazione essenzialmente positivistica, divenne nello stesso anno agrégé de philosophie. Nel 1889, con la tesi Essai sur les données immédiates de la conscience (trad. it. Saggio sui dati immediati della coscienza) e la dissertazione Quid Aristoteles de loco senserit, conseguì il dottorato nella Sorbona. Nel 1900 iniziò a insegnare al Collège de France e dal ’10 al ’24 occupò la cattedra di ⋯

Vita e opere di John Dewey

Filosofo e pedagogista statunitense (Burlington, Vermont, 1859 – New York 1952). Studiò all’univ. del Vermont e alla “Johns Hopkins” di Baltimora. Dal 1884 al 1894 insegnò in varie università del Middle West, e poi per un decennio all’univ. di Chicago, dove nel1896 aprì una piccola “scuola-laboratorio” a livello materno e elementare, atta a fornire possibilità di osservazione e sperimentazione per i corsi di pedagogia che teneva accanto a quelli ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi