Voltaire, François-Marie Arouet

Scrittore e filosofo (Parigi 1694 – ivi 1778). Nato da famiglia borghese, ricevette un’eccellente educazione umanistica al collegio Louis-le-Grand tenuto dai gesuiti. Precocissimo autore di versi leggeri e arguti, accolto presto per le sue doti di spirito in circoli eleganti e libertini, il successo (1718) della tragedia Œdipe gli aprì l’accesso all’alta società.

Vita e opere di Voltaire

Attivissimo (nel 1723 uscì, semiclandestina, La ligue, ou Henry le Grand, che nell’ed. di Londra del 1728 assunse il titolo di Henriade), col senso sicuro del proprio utile particolare, Voltaire s’inserì in una forma di vita brillante e insieme favorevole alla sua attività letteraria. Ma al principio del 1727, per un contrasto con il cavaliere de Rohan, Voltaire venne rinchiuso alla Bastiglia ingiustamente. L’amara delusione procuratagli dagli amici aristocratici ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi