Dottrina che si caratterizza per la totale negazione dei valori e dei significati elaborati dai diversi sistemi filosofici.

Nichilismo, origini e significati del termine

Nell’uso più corrente e consueto il termine nichilismo indica, da un lato, quella corrente di pensiero e di azione ateistica, materialistica, positivistica e rivoluzionaria che è stata cosi efficacemente descritta dai romanzi russi dell’Ottocento (da Turgenev a Dostoevskij, per non citare che i nomi più noti), e, dall’altro, il nucleo centrale del pensiero di Nietzsche come annuncio dell’inevitabile compiersi della “logica della decadenza” attraverso, appunto, l’avvento del nichilismo “nei ⋯

Fasi del nichilismo

[nextpage title=”Nichilismo, origini e significati del termine”] Nell’uso più corrente e consueto il termine nichilismo indica, da un lato, quella corrente di pensiero e di azione ateistica, materialistica, positivistica e rivoluzionaria che è stata cosi efficacemente descritta dai romanzi russi dell’Ottocento (da Turgenev a Dostoevskij, per non citare che i nomi più noti), e, dall’altro, il nucleo centrale del pensiero di Nietzsche come annuncio dell’inevitabile compiersi della “logica della ⋯

Il Nichilismo

Termine comparso (nella forma ted. Nihilism) in Germania negli ultimi anni del Settecento nel corso del dibattito sull’esito della filosofia kantiana ed entrato ampiamente in circolazione con il Sendschreiben an Fichte di Jacobi del 1799, dove è usato per indicare la conclusione necessariamente distruttiva di ogni filosofia della pura dimostrazione, idealismo compreso. Soltanto più tardi, nella seconda metà dell’Ottocento, il termine fu utilizzato nel senso – ormai prevalente – ⋯

Il nichilismo nella filosofia tedesca

Il termine (nella forma ted. Nihilismus) comparve in Germania negli ultimi anni del 18° sec. nel corso di polemiche sull’esito della filosofia kantiana ed entrò ampiamente in circolazione con il Sendschreiben an Fichte di F.H. Jacobi del 1799, dove è usato per indicare la conclusione necessariamente assurda e distruttiva di ogni filosofia della pura dimostrazione. Più tardi il termine fu utilizzato per indicare una totale corrosione e caduta dei ⋯

Corrente del nichilismo


Il termine nichilismo si diffonde in filosofia alla fine del settecento, usato nell’ambito dell’idealismo tedesco, ma entrerà a far parte del linguaggio comune con la nascita del movimento nichilista russo nella seconda metà dell’ottocento. Lo scrittore russo Ivan Sergeevič Turgenev, nel suo romanzo “Padre e figli”, definisce nichilista un uomo che rifiuta ogni autorità costituita e che non presta fede a nessun principio. Il nichilismo assume la connotazione più ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi