Il concetto di trascendentale subisce mutamenti profondi negli sviluppi dell’idealismo successivi a Kant: in J.G. Fichte indica la caratteristica della dottrina della scienza secondo cui tutti gli aspetti della conoscenza dipendono dall’Io; in F. Schelling l’idealismo è trascendentale in quanto assorbe l’oggetto come tale. In generale, nel pensiero contemporaneo è considerato trascendentale ciò che appartiene al soggetto in quanto condiziona l’oggetto, ossia la realtà. Dal lat. mediev. transcendentalis, der. ⋯