Termine filosofico, designante in generale ogni concezione che consideri la realtà come costituita da una pluralità di principî, non riducibile a una più profonda unità. Il termine fu coniato da Cristiano Wolff, che lo riferì particolarmente all’asserzione della pluralità degli esseri senzienti e lo contrappose perciò a quello di “egoismo”, inteso nel senso odierno di “solipsismo” (cioè di opinione, affermata dal soggetto pensante, di essere l’unica realtà vera). Questo ⋯