Termine filosofico, originario della filosofia platonica ma messo in uso specialmente da quella kantiana. Per Platone, νοεῖν (“intelligibili“) o “intellette“: participio presente passivo del verbo νοεῖν “intelligere“) sono le idee in quanto distinte dagli αἰσϑητά, gli oggetti sensibili del mondo empirico. Per Kant una simile assoluta distinzione non può naturalmente sussistere, perché l’intelletto appercepisce e categoricamente ordina la realtà solo attraverso l’opera mediatrice dell’intuizione sensibile. Se tuttavia si ammettono, egli osserva, dei puri oggetti dell’intelletto che nello stesso tempo possono essere dati a una intuizione, per quanto non sensibile, essi debbono essere chiamati “noumeni“, o intelligibilia. Sono infatti le realtà che si può pensare si potrebbero conoscere quando la conoscenza non fosse necessariamente legata al senso. Sotto questo aspetto, il concetto di noumeno è puramente negativo, perché la conoscenza non attinge mai il “noumeno” (ciò che è soltanto pensabile) ma sempre il “fenomeno” (ciò che concretamente appare nell’intuizione sensibile). D’altra parte, in quanto la conoscenza è concepita come progressiva modificazione che prima il senso e poi l’intelletto operano rispetto all’originario materiale obiettivo, questo stesso materiale, la cui esistenza è pur pensabile per quanto non possa essere propriamente conosciuta, si presenta in aspetto noumenico. Il noumeno s’identifica così con la “cosa in sé” venendo a partecipare dello stesso duplice carattere positivo e negativo, e della conseguente intrinseca contraddittorietà, peculiari di questa.

    — &nbspEnciclopedia Italiana (1934)

Similari
Il caso Nietzsche
61% Autori
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascim…
Percorso della filosofia
61% Filosofia
Determinare con rigore il significato, i compiti, i campi di indagine, o addirittura le probabilità di sopravvivenza della filosofia in questo secolo, è particolarmente arduo, …
Il marxismo teorico
51% Marxismo
Il materialismo dialettico Il marxismo teorico del XX secolo è prevalentemente, sebbene non esclusivamente, ‘materialismo dialettico’. È materialismo dialettico l’ideologia dei…
L’essere al mondo
46% Idealismo
Sulle dottrine che si qualificavano espressamente come ‘idealistiche’ all’inizio del nostro secolo gravava una pesante ipoteca: la fortuna che, nel corso dell’Ottocento, aveva a…
Discorso e verità
44% Foucault, Michel
Chi è colui che può «dire la verità»? E quali rischi corre costui? Quanto gli può costare il suo «parlar chiaro»? E ancora: qual è il rapporto tra la verità e il potere? Deve coincidere, il dire la verità, con l’esercizio…