Complesso delle caratteristiche, della struttura e dei processi della società moderna. Quando, con questo termine, si fa riferimento al percorso temporale e strutturale grazie al quale le società ‘moderne’ hanno acquisito le loro caratteristiche, ossia quelle del mondo occidentale industrializzato, allora il significato del concetto viene a coincidere con quello di ‘modernizzazione’. Quando invece il concetto di modernità viene riferito al complesso delle modalità o delle qualità dell’esperienza sociale moderna, il suo significato viene a coincidere con quello di ‘modernismo’ estetico. Un terzo, più recente significato del concetto di modernità è quello di ‘progetto storico’ proposto da Habermas, che ne fissa l’inizio con l’Illuminismo e con l’autonomia della ragione, illustrandone lo sviluppo storico (visto in larga misura in termini di sviluppo di sistemi e sottosistemi dell’agire razionale orientato allo scopo). Per quanto riguarda ciò che Habermas definisce modernità estetica, la sua analisi si incentra sul mutamento della coscienza del tempo. Il nuovo, il futuro, il presente e il passato sono le quattro dimensioni fondamentali evidenziate da Habermas a questo proposito. Il moderno costituisce un’espressione di contemporaneità, una manifestazione di ciò che è nuovo (sebbene si tratti di una novità destinata a essere distrutta). La modernità implica anche la trasformazione della coscienza del tempo, specialmente nell’ambito delle avanguardie artistiche che si avventurano in universi ignoti orientandosi verso un futuro non ancora realizzato. Tuttavia, la sopravvalutazione di ciò che è fugace, contingente ed effimero, e l’esaltazione del suo carattere dinamico sono anche espressione del desiderio di un presente coerente e integro. Questo anelito segreto a un presente armonioso coincide con una opposizione astratta alla storia e di conseguenza favorisce un presente non più ancorato al passato. La connessione tra modernità e Illuminismo istituita da Habermas ha suscitato discussioni e polemiche. In partic., Lyotard ha affermato che Habermas si limita a creare un altro ‘grand récit’ storico, che però è stato reso obsoleto dalla impetuosa proliferazione dei giochi linguistici e dall’erosione di ogni forma di pensiero fondante. Questo è diventato uno dei temi centrali del dibattito tra i teorici della modernità e i teorici del postmoderno. Le stesse caratteristiche che alcuni pensatori avevano considerato distintive della modernità – il ruolo privilegiato delle sfere della circolazione, dello scambio e del consumo, il passaggio dalla differenziazione alla indifferenziazione (soprattutto nella sfera culturale), il problematizzarsi del rapporto tra significante e significato, il prevalere dell’immagine sulla parola (e la proliferazione di immagini), il passaggio a sistemi autoreferenziali (giochi linguistici, ma anche la sfera della circolazione delle merci), la fine della storia e della società e la centralità della sfera estetica – sono considerate anche dimensioni chiave della condizione postmoderna.

    — &nbspDizionario di Filosofia (2009)

Similari
Differenziazione del concetto di modernità
530% Modernità
Sebbene il concetto di ‘modernità’ abbia fatto la sua prima comparsa nel discorso sociologico solo alla fine del XIX secolo, lo studio delle caratteristiche, della struttura e de…
Il Marxismo
112% Marxismo
Il marxismo nasce, negli scritti di Marx e di Engels degli anni quaranta dell’Ottocento, sotto forma di una scienza della società che intende fornire un’interpretaz…
Il concetto di Natura
86% Natura
Come molte coppie di concetti oppositivi, anche la distinzione natura/cultura può dare a tutta prima l’impressione di un’innegabile ovvietà, correlata persino a un certo grado di osservabi…
Percorso della filosofia
81% Filosofia
Determinare con rigore il significato, i compiti, i campi di indagine, o addirittura le probabilità di sopravvivenza della filosofia in questo secolo, è particolarmente arduo, …
Le origini del liberalismo
71% Liberalesimo
Del liberalismo sono state date definizioni sensibilmente differenti, e, naturalmente, tali differenze corrispondono a modi diversi di concepire il liberalismo stesso. La cosa…