In generale, ogni dottrina che, nella dipendenza di un fenomeno da un altro fenomeno, veda soltanto una «causa occasionale» rispetto alla causa reale costituita dall’azione dell’universale principio divino, determinante l’accadere del tutto. In partic., poi, con il nome di occasionalismo si designa il complesso storico di dottrine che, dopo la distinzione cartesiana delle due sostanze (res cogitans e res extensa), cercò di spiegare il rapporto tra l’accadere psichico e l’accadere corporeo, e che viene perciò anche chiamato più specificamente «occasionalismo psicofisico». Dalle limitazioni e dalle critiche alla teoria cartesiana dell’influxus physicus (Clauberg, L. Delaforge) sorse l’occasionalismo propriamente detto di Geulincx, negante ogni diretta dipendenza causale tra le due sostanze e sostenente che la corrispondenza tra l’attività psichica e l’attività corporea deriva da un accordo tra esse stabilito da Dio: esse procederebbero come due orologi indicanti perfettamente la stessa ora, senza che il meccanismo dell’uno influisca per nulla su quello dell’altro. Questo occasionalismo, approfondito soprattutto del versante gnoseologico da Malebranche, fu per certi aspetti ripreso da Leibniz nella dottrina dell’«armonia prestabilita».

In generale questo nome designa la dottrina che nella dipendenza di un fenomeno da un altro fenomeno singolo vede soltanto una “causa occasionale” rispetto alla causa reale costituita dall’azione dell’universale principio divino, determinante l’accadere del Tutto. La causa singola si presenta infatti come semplice “occasione” per la manifestazione della causa universale. In particolare, poi, col nome di occasionalismo si designa il complesso storico di dottrine che, dopo la distinzione cartesiana delle due sostanze, pensante ed estesa, cercò di spiegare il rapporto tra l’accadere psichico e l’accadere corporeo, e che viene perciò anche chiamato più specificatamente occasionalismo psicofisico.

Data l’assoluta eterogeneità delle due sostanze, come si poteva pensare che il corpo, res extensa, influisse sull’anima, res cogitans, trasmettendole le percezioni sensibili, e che l’anima influisse a sua volta sul corpo facendogli tradurre in azioni fisiche le sue volizioni? La teoria dell’influxus physicus, avanzata da Cartesio, parve sempre meno accettabile ai suoi seguaci, come p. es. il Clauberg e il De La Forge, che restrinsero quindi il valore di tale influsso diretto considerando l’azione della singola sostanza come determinata, dopo il richiamo iniziale derivante da quell’influsso, da un’attività interna, e quindi in ultima analisi dal principio universale che tale attività aveva predisposto. Da ciò nacque l’occasionalismo propriamente detto del Geulincx, negante ogni diretta dipendenza causale tra le due sostanze e sostenente che la corrispondenza fra l’attività psichica e l’attività corporea derivava da un accordo tra esse stabilito da Dio: esse procedevano come due orologi indicanti perfettamente la stessa ora, senza che il meccanismo dell’uno influisse per nulla su quello dell’altro. Questo occasionalismo, approfondito specie nel lato gnoseologico dal Malebranche, fu sviluppato grandiosamente dal Leibniz nella sua dottrina dell'”armonia prestabilita” che governava l’attività delle monadi chiuse ciascuna in sé medesima, e in certa misura ripreso dal Condillac e da altri minori teorici più recenti.

    —  Guido Calogero

Similari
Percorso della filosofia
47% Filosofia
Determinare con rigore il significato, i compiti, i campi di indagine, o addirittura le probabilità di sopravvivenza della filosofia in questo secolo, è particolarmente arduo, …
Il concetto di sostanza
41% Sostanza
Nozione che viene determinandosi nella filosofia antica a partire da Aristotele, il quale la designa con il termine οὐσία, che indica la forma intesa in relazione all’individuo concretamente esistente. Tale concetto è svil…
Appunti sul socialismo
40% Socialismo
Con ‛socialismo’ ci si riferisce oggi, in genere, a due fenomeni diversi. In primo luogo, il termine caratterizza un ordinamento sociale in cui i mezzi di produzione es…
La causalità
38% Causa
Il concetto di causa (pertinente insieme all’ambito della scienza e a quello del pensare comune) ha significato correlativo a quello di effetto significando comunemente ciò da cui e per cui una cosa è. Il rapporto della ca…
Vita e opere di Tommaso Campanella
34% Campanella, Tommaso
Nacque a Stilo, in Calabria Ultra, il 5 sett. 1568, in giorno di domenica, sei minuti dopo le sei pomeridiane, in un’umile casa del “borgo” fuori mura. Non hanno fondamento le asserzio…