Il pragmatismo è un movimento filosofico che, sorto negli Stati Uniti negli ultimi decenni dell’Ottocento, vi ha conosciuto una vasta fortuna fino alla seconda guerra mondiale, soprattutto attraverso l’opera di William James e John Dewey, per poi subire un’eclisse dalla quale lo hanno ultimamente riscattato filosofi morali e della politica come Richard Rorty.
Il pragmatismo ebbe origine nelle discussioni fra gli amici che nel 1871-1872, a Cambridge nel Massachusetts, diedero vita al ‘Metaphisical club’, una delle molte associazioni culturali sorte nel periodo di irruenta trasformazione e di acuta crisi che gli Stati Uniti attraversarono nei decenni successivi alla guerra civile. Le figure principali di quello che più che un club era un gruppo informale di amici erano sei, tre scienziati-filosofi, Chauncey Wright, Charles Peirce e William James, e tre giuristi, Oliver Wendell Holmes jr., Nicholas St. John Green e Joseph Bangs Warner. Giovani – Wright, il più anziano, aveva una quarantina d’anni – , appartenevano all’élite intellettuale bostoniana e avevano tutti studiato a Harvard. Fu nel corso dei loro dibattiti che – sotto la spinta dell’evoluzionismo di Wright, leader intellettuale riconosciuto del gruppo, e alla luce della ‘teoria predittiva del diritto’, sostenuta sia da Green che da Holmes come applicazione delle teorie dello psicologo britannico Alexander Bain – Peirce formulò e presentò agli amici la ‘massima pragmatica’. La cosa non ebbe un seguito diretto, in quanto il club ben presto si sciolse e nella memoria stessa dei protagonisti quanto era avvenuto divenne uno sbiadito e incerto ricordo; ma il metodo di indagine sorto a Cambridge continuò a svilupparsi, ad opera sia degli iniziatori – personaggi pur molto distanti fra loro per interessi e mentalità -, che di altri intellettuali come i filosofi di Chicago John Dewey e George H. Mead, che completano il nucleo storico dei pragmatisti dei quali si intende trattare in questa sede.


Similari
Note sul pragmatismo
256% Pragmatismo
La guerra civile del 1861-1865 segna uno spartiacque nella storia americana sia perché, oltre che alla fine della schiavi…
Percorso della filosofia
236% Filosofia
Determinare con rigore il significato, i compiti, i campi di indagine, o addirittura le probabilità di sopravvivenza della filosofia in questo secolo, è particolarmente arduo, …
Evoluzione del pragmatismo
131% Pragmatismo
Dall’inglese pragmatism, derivato dal greco πρᾶγμα -ατος «cosa, fatto». Indirizzo di pensiero sorto negli Stati Uniti intorno al 1870 e diffusosi più tardi in Europa, dove ebbe il maggior successo nei primi decenni del Nov…
Il Pragmatismo
109% Pragmatismo
Indirizzo di pensiero sorto negli USA intorno al 1870 e diffusosi più tardi in Europa, dove ebbe il maggior successo nei primi decenni del Novecento. C.S. Peirce: dal pragmatismo al pragmaticismo Il termine (pragmatism) de…
L’idea del socialismo
80% Socialismo
Anche se sarebbe più corretto parlare di ‘socialismi’ (più che di ‘socialismo’) per la varietà e l’evoluzione, nel XIX e nel XX secolo, delle dottrine e delle prati…